IL FORUM DI VINIFERA 2019

Nella vostra vita vi auguro almeno un blackout in una notte limpida
Mario Rigoni Stern

VINIFERA E IL VINO – Scopri qui i vignaioli che hanno partecipato a Vinifera 2019
VINIFERA E IL CIBO – Scopri qui i produttori di cibo che hanno partecipato a Vinifera 2019

IL FORUM DI VINIFERA 2019 – dal 7 al 22 marzo 2019

Balene: Tralci e stralci, da Moby Dick al Blauwal | Giovedì 7 marzo, ore 18, Libreria duepunti, TrentoSolomon Tokaj intervista Roberto Keller (Keller Editore) e Lorenzo Cesconi (azienda agricola Cesconi). Aperitivo letterario alla libreria duepunti.

Poetry slam meets Vinifera | Giovedì 7 marzo, ore 21, Bookique, Trento
Il Poetry Slam è una competizione in versi con giuria popolare. Uno spazio e un tempo dove poetesse e poeti possono esprimersi e godere dell’altrui espressione. Il contest del 7 marzo alla Bookique di Trento si arricchisce della collaborazione con l’Associazione Centrifuga: i primi tre classificati riceveranno in premio la poesia imbottigliata dai vignaioli che partecipano a Vinifera, Salone dei vini artigianali dell’arco alpino, e un ingresso omaggio, valido per una delle due giornate del Salone (23-24 marzo 2019, Trento Fiere).

Ore 21, Bookique, Trento

Marzo: tra potature, olivi e calici di sole | Sabato 9 marzo, ore 11, Maso Botes, Arco
Vinifera si unisce al terzo appuntamento di #UnAnnoInCampo, l’iniziativa con cui Slow Food Vallagarina promuove il riavvicinamento alla Terra e alle pratiche agricole. Insieme ad Andrea dell’Agriturismo Maso Bòtes, nell’azienda agricola di famiglia che produce oli biologici, impareremo l’arte della potatura. La mattinata prosegue degustando gli oli dell’azienda agricola e si conclude con un brunch accompagnato dai vini degli amici e vicini di Comai – Riva del Garda.
Partenza ore 10.00 a piedi da Arco per circa 40 min di camminata passando in un antico oliveto, oppure ritrovo a Maso Botes ad ore 11. Max 25 persone. Costo di partecipazione: Euro 10,00. In caso di pioggia l’appuntamento sarà posticipato a sabato 16 marzo.

L’idromiele secondo Mieli Thun: L’Esuberante | Venerdì 15 marzo, ore 17:30, Enoteca Grado12, Trento
Un incontro ravvicinato con l’idromiele, la più antica bevanda alcolica prodotta dall’uomo.
 Acqua, miele e la pazienza di aspettare che inizi la fermentazione e gli zuccheri si trasformino in alcool. L’Esuberante è l’ultima creatura di Andrea Paternoster, che ne curerà la presentazione e la degustazione presso l’enoteca Grado12: idromiele rifermentato in bottiglia, frutto dell’incontro tra miele millefiori di montagna, acqua di fonte e 14 mesi di convivenza felice con i lieviti di primo e secondo processo. L’esuberante adora i curiosi, non deludetelo e venite ad assaggiarlo anche a Vinifera 2019!

Ore 17:30 presso l’enoteca Grado12, Trento. Partecipazione gratuita |

Calici in castello: visita e degustazione a Castel Noarna | Domenica 17 marzo, ore 15:30, Castel Noarna, Nogaredo
Accompagnati dal vignaiolo Marco Zani, visiteremo l’antico borgo medioevale di Castel Noarna per scoprirne gli splendidi affreschi di scuola Michelangiolesca, il giardino d’inverno con gli affreschi e le sue grottesche e le antiche prigioni che ricordano il processo alle Streghe di Nogaredo. Ci sposteremo poi in vigna e nella cantina ricavata negli antichi avvolti del castello per degustare 3 vini biologici, prodotti artigianalmente con passione dai vigneti che circondano il castello.

Ritrovo ore 15:30 presso Castel Noarna. Costo di partecipazione: Euro 10,00

Sidro e vino: esperienze estreme in Valle d’Aosta | Martedì 19 marzo, ore 19:00, Bar Circolo Santa Maria, Rovereto
Alla scoperta dell’antica bevanda tradizionale che per secoli è stata presente sulle tavole in tanti villaggi alpini. Presentazione tematica e degustazione di sidro a cura del produttore Gianluca Telloli (Sidro Maley), che a Brissogne, nel cuore della Valle d’Aosta, lavora le mele di antichi alberi della Valle d’Aosta e della Valle di Chamonix per imbottigliare il gusto dei due versanti delle Alpi.

Ore 19:00 presso il Circolo Santa Maria, Rovereto

Cambiamento climatico e viticoltura di alta montagna | Giovedì 21 marzo, ore 17:30, Muse, Trento
Un incontro per approfondire gli effetti del cambiamento climatico sulla viticoltura di alta montagna, in collaborazione con i ricercatori Lukas Egarter Vigl (Eurac) e Sebastian Candiago (Ca’ Foscari), che ha curato la mappatura dei vigneti, delle rese e delle temperature medie in Alto Adige. Cosa ci dicono i dati climatici e le statistiche sulle vendemmie passate? Quali saranno le zone più indicate per la viticoltura nei prossimi anni?

Ore 17:30 presso Muse, Museo delle Scienze, Trento.

Il mare nascosto nella vena di gesso di Sorni |Venerdì 22 marzo, ore 18:00, Azienda Eredi di Cobelli Aldo, Sorni (Lavis)*
Visita alla cantina e al vigneto dell’azienda Eredi di Cobelli Aldo, con approfondimento sulla storia della viticoltura della zona di Lavis e sulle specificità della “collina di gesso”. A seguire, cena con degustazione di 5 vini prodotti dall’azienda.

Ritrovo presso l’Azienda Eredi di Cobelli Aldo, a Sorni di Lavis, alle ore 18:00

CONFERENZE, LABORATORI E DIBATTITI AL SALONE, 23-24 marzo 2019

SABATO 23 MARZO

Ore 12 | Coiutus Interruptus: degustazione di rifermentati alpini

Il rifermentato in bottiglia o sui lieviti è una metodologia che abbraccia tutto lo stivale: dal prosecco di Conegliano al Lambrusco dell’Emilia fino alla Bonarda dell’Oltrepo Pavese. Con Gianpaolo Giacobbo andremo alla scoperta delle bollicine naturali provenienti dall’Arco Alpino: vini fuori dal coro, capaci di prendersi anche il rischio di non piacere ma dal carattere irresistibilmente unico. Vini in degustazione:

Piemonte: La Chimera – Eos Frizzante sui lieviti

Lombardia: Nove Lune- HeH

Trentino: Francesco Poli – Schiava Belle Frizzante Sui lieviti

Trentino: Mattia Filippi – Nugoloso, Frizzante Vigneti delle Dolomiti Sur Lie

Alto Adige: Pranzegg – Miau! Metodo Ancestrale

Veneto: Malga Ribelle – Valdobbiadene DOCG frizzante col fondo

Ore 12:30 | Il vino capovolto e la degustazione geosensoriale
Matteo Gallello, redattore e responsabile di Porthos editore, presenta Il vino capovolto (Porthos Edizioni, 2017, Roma). Il saggio è suddiviso in due parti: “La degustazione geosensoriale” del professor Jacky Rigaux e “Altri scritti” di Sandro Sangiorgi. Alla presentazione seguirà l’assaggio di quattro vini attraverso i quali cercheremo di capire, in modo pratico, il senso della degustazione geosensoriale.

Ore 14:30 | Potenzialità e limiti dei vitigni resistenti
Doppio appuntamento con sguardo sul futuro della viticoltura europea

Genome editing e cis-genesi: nuove metodologie per ottenere viti resistenti alle maggiori patologie? A cura di Claudio Moser (Fondazione Edmund Mach).

Breeding della vite per una viticoltura più sostenibile, a cura di Marco Stefanini (Fondazione Edmund Mach).

Ore 16:00 | Alla scoperta delle fermentazioni alpine: dall’Artusi alla gastronomia contemporanea
Alessia Morabito e Vea Carpi: una tosco-emiliana e una tosco-trentina vi guidano nel mondo della fermentazione domestica degli ortaggi. Durante il workshop verrano mostrate le tecniche e gli strumenti di base per fermentare le verdure in casa con semplicità. Ripercorreremo un po’ di storia e geografia della fermentazione e vi mostreremo alcune preparazioni gourmet con i fermentati.

DOMENICA 24 MARZO

Ore 12:00 | ALTrA QUOTA: formaggi d’alpeggio e vini di montagna

Degustazione guidata da Francesco Gubert e Michele Girelli

Una degustazione incentrata sui formaggi d’alpeggio: prodotti caseari a latte crudo, munto e trasformato sui pascoli di alta quota, secondo una tradizione antica che accomuna tutti i territori attraverso l’intero Arco Alpino. Un “filo rosso” che mette in connessione le regioni alpine, accompagnato dai vini dei produttori presenti al Salone.

Ore 14:30 | I nuovi vignaioli: uno sguardo sul futuro del sistema vitivinicolo del Trentino Alto-Adige

Un mestiere per giovani? Sono molte le eccellenze presenti a Vinifera prodotte da vignaioli giovani e giovanissimi. Intervengono:

– Francesco De Vigili ( vignaiolo trentino, membro del CdA del Consorzio Vignaioli del Trentino)

– Peter Robatscher (direttore Freie Weinbauern Südtirol)

Ore 15:30 | Storia di un vino franco: Verticale di Perciso

Degustazione guidata a cura de I Dolomitici, il gruppo di vignaioli e vignaiole nato per valorizzare l’originalità e la diversità della viticoltura. Il Perciso nasce ad Avio, in un vigneto piantato a inizio Novecento e recuperato dopo più di 100 anni. Qui ci sono 727 ceppi di Lambrusco a foglia frastagliata coltivati a pergola doppia franchi di piede. I Dolomitici hanno deciso di conservare questo vigneto, collaborando alla produzione di un vino che esprima l’essenza di questa antica varietà e il sapore della terra in cui affonda le sue radici.

Ore 18:00 | Consegna del premio “La Picca d’oro” di Vinifera

La Picca d’oro è assegnato sulla base delle preferenze espresse dal pubblico del Salone